venerdì 14 gennaio 2011

Crostata nera al cioccolato bianco

Ein Bokek, Mar Morto. Alla sontuosa entrata della Spa del nostro albergo la prima cosa che si nota in alto è un cartello scritto in ebraico, inglese, russo e francese che dice chiaramente che i bagni non devono durare più di 15 minuti consecutivi.
Certo, lo sanno tutti: se non si vuole avere un calo della pressione, bagnetto, riposo a bordo piscina di una mezz'oretta e poi dinuovo bagnetto per latri 15 minuti. Si si, lo sanno proprio tutti. Tutti tranne che me.
Quei bagni mi davano un tale relax e un piacere sulla pelle che tra acqua salata del Mar Morto e vasca idromassaggio era un'ora che ero immersa con la testa tra le nuvole.
Un signore mi ha pure chiesto:"secondo lei quanto possiamo stare a mollo?" e io candidamente ho risposto"beh, non più di 10-15 minuti alla volta".
Al che lui mi ha ringraziato e vedevo che continuava a guardarmi come per dire"scusi ma le regole valgono solo per me?"
Proprio in quel momento mi si è appannata la vista e improvvisamente non riuscivo più a parlare (cosa per me assai inusuale!). La mia dolce metà deve aver capito al volo che forse con i bagnetti era ora di smettere, così mi ha presa sotto braccio e mi ha letteralmente tirata fuori dall'acqua.
Solo allora mi sono accorta che la mia pressione era scesa sotto terra, mi girava la testa da non capire più dove mi trovassi e mi ci è voluta mezz'ora prima di riprendermi!
Ecco, in quel momento oltre all'acqua che mi è stata prontamente offerta, se avessi avuto anche una fetta di questa crostata credo che avrei ripreso molto più in fretta la parola!

Ingredienti

per la frolla:
g 250 farina
g 50 cacao
2 uova
g 100 zucchero
g 100 burro
un pizzico di sale

per la crema:
g 100 cioccolato bianco
ml 300 di latte
2 cucchiai di zucchero
1 tuorlo
1 cucchiaio di amido di mais
1 bustina di vanillina


Preparate la frolla lavorando la farina, il sale, il cacao e lo zucchero con le uova e il burro ammorbidito. Formate una palla e lasciatela riposare al fresco.
In un pentolino amalgamate zucchero, amido, vanillina e aggiungete il tuorlo e il latte a filo. Accendete a fuoco basso e fate cuocere fino a che la crema non diventi ben densa. Spegnete ed unite il cioccolato bianco a pezzetti, girando per bene fino a farlo sciogliere completamente.
Riprendete ora la frolla e stendetene i 2/3 su uno stampo da crostata. Mettete la crema e ricoprite con delle strisce di pasta fatte con la frolla avanzata.
Infornate a 175° per 30 minuti circa.

Buona, semplice e sempre di effetto!

19 commenti:

  1. Che meraviglia .. credo proprio che con questa delizia saresti riuscita a stare a bagno anche molto di piu!
    :)
    Baci

    RispondiElimina
  2. Io ne avrei bisogno prima di entrare!!! ;)

    RispondiElimina
  3. eh si non bisogna esagerare con i bagni, complimenti per la magnifica torta, mette su di morale solo a guardarla

    RispondiElimina
  4. Zia Elle ma che combini ? Volevi raggiungere il record di immersione in acque termali? Deve essere stato molto bello tutto il resto, bagno lungo a parte ! Complimenti per il trionfo di cioccolato in questa torta !

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia!!!deve essere buonissima!!!!

    RispondiElimina
  6. bhe si, una cosa da rivivere i morti!
    buonissima!

    RispondiElimina
  7. Accidenti che avventura, da restarci! Certo che con la crostata a portata di mano tutto sarebbe stato meglio:) Un abbraccio e buon week-end.

    RispondiElimina
  8. Buona la frolla al cioccolato!!!Quella si che fa riprendere in fretta!!!Per non parlare della crema al cioccolato bianco...io mi sento svenire dalla voglia!!!
    baci
    angelica

    RispondiElimina
  9. Ma che meraviglia,adoro il cioccolato bianco,me la segno....

    RispondiElimina
  10. Bello spavento eh??Ma anche io sono una "capa tosta" e mi sarei fatta prendere la mano allo stesso modo!!E' come quando si fa un massaggio,sembra di essere in un altro mondo!!Beh credo che la lezione tu l'abbia imparata!!
    Di sicuro la tua crostata fa resuscitare perfino i morti..amo l'accostamento cioccolato bianco e frolla al cacao!!Spettacolare Elle!

    RispondiElimina
  11. Ma sai che andare in Israele è uno dei sogni della mia vita, che bello, quanto mi piacerebbe chiacchierare con te di questo paese. Pensa che due anni fa frequentavo anche dei corsi di ebraico...era interessantissimo.Poi però il lavoro non mi permetteva di studiare coi ritmi dell'università e ho smesso, ma quanto mi piaceva!
    Come questo dolce bicolore, non saprei se iniziare da bianco o dal nero!
    Delizioso. Un bacione carissima e buon w.e

    RispondiElimina
  12. Ti ho preso questa ricetta! Grazie!
    Piacere di conoscerti!

    RispondiElimina
  13. Ciao!!
    già dal titolo questa crostata mi intrigava davvero un sacco... poi ora che l'ho anche vista!! ^_^

    RispondiElimina
  14. ma cosa ti succede cara???? portati sempre una torta di sostegno!!!! questa è perfetta! golosa e zuccherosa :-) da par resuscitare un porto!!!!! anche il mare :-))) baci Ely

    RispondiElimina
  15. Che bella tortina....io te ne rubo una fetta....grazie...la mia colazione adesso è completa.....kiss kiss

    RispondiElimina
  16. Zia Elle, your pastries are always so beautiful. If you are not a professional pastry chef, you should be!
    Next time, when you go to the spa, take a piece of this pie with you for quicker recovery. ;)

    Kathleen

    RispondiElimina
  17. Che bontà! Io amo il cioccolato...bel blog..ci sono molte ricette interessanti..se ti va passa a trovarmi..Zia Dada

    RispondiElimina
  18. Ciao!! Scusate ma nella frolla Il cacao e' amaro?!?! Grazieeee

    RispondiElimina